IN EVIDENZA

ARCHIVIO

Ricerca In Evidenza

Inserire la data nel formato gg/mm/aaaa
Inserire la data nel formato gg/mm/aaaa

La truffa del federalismo amorale


Tito Boeri, su Repubblica, auspica che il prossimo governo ponga un "freno" all'autonomia di spesa che il federalismo leghista ha concesso a Regioni ed enti, e che ha avuto come effetto quello di aumentare in modo ingiustificato i costi della politica.
Nell'articolo "la truffa del federalismo amorale", Boeri ricorda che i principi del federalismo fiscale, inseriti in Costituzione con la riforma del titolo V, sanciscono, all'articolo 119, che gli enti locali hanno piena "autonomia finanziaria di entrata e di spesa". Tuttavia, dato che sono state decentrate le spese, ma non le entrate, questo significa che i politici locali possono spendere liberamente i soldi raccolti da altri livelli di governo senza temere di venire puniti dagli elettori. Dunque, questo finto principio federalista impedisce che governo e Parlamento possano porre limiti alla spesa pubblica delle Regioni e degli enti locali.

 

 



 A cura di : Dipartimento delle Finanze