IN EVIDENZA

ARCHIVIO

Ricerca In Evidenza

Inserire la data nel formato gg/mm/aaaa
Inserire la data nel formato gg/mm/aaaa

Un Federalismo col trucco


 

Il condirettore di Italia Oggi, Marino Longoni, nell’articolo di Italia Oggi Sette del 31 Ottobre, descrive come il primo decreto correttivo, varato la scorsa settimana dal Consiglio dei Ministri, sblocchi la fiscalità locale consentendo al cittadino di esercitare più facilmente il suo diritto di controllo politico mediante la sostituzione dei trasferimenti statali con l’imposizione locale.

Il decreto legislativo appena varato, modificando ben quattro degli otto precedenti provvedimenti sul federalismo, prevede un aumento complessivo delle imposte: introduce il nuovo tributo comunale Res, destinato a coprire i costi della raccolta dei rifiuti e dei servizi indivisibili, anticipa di un anno l’entrata in vigore dell’Imu (imposta municipale sugli immobili) che dal 2013 prenderà il posto di numerose imposte minori nonché dell’Ici e dell’Irpef,prevede, sempre dal 2013, l’entrata in vigore della compartecipazione al gettito dei tributi erariali immobiliari e il ritorno alla compartecipazione Irpef invece che Iva.
Infine, dal 2015, anticipa l’entrata in vigore del meccanismo dei fabbisogni standard, strumento che dovrebbe garantire la riduzione degli sprechi nella spesa pubblica  mediante l’allineamento di tutte le regioni alle performance di quelle più virtuose.

 



 A cura di : Dipartimento delle Finanze