IN EVIDENZA

ARCHIVIO

Ricerca In Evidenza

Inserire la data nel formato gg/mm/aaaa
Inserire la data nel formato gg/mm/aaaa

Una deroga al federalismo fiscale: possibile riduzione degli effetti del decreto "Premi e sanzioni"


Ettore Jorio, docente di  diritto sanitario presso l'Università della Calabria e membro esperto della COPAFF, ha pubblicato un articolo sulla testata on line Crusoe.it, nel quale pone una serie di interrogativi sulla "decisione assunta dal ministro dell’interno, Anna Maria Cancellieri" - con la quale si vorrebbe “risolto” il problema della relazione di fine mandato per i sindaci e presidenti di provincia in scadenza - "nel senso di derogare alla sua applicazione per i numerosi enti locali che andranno al voto nel maggio 2012".

Secondo il Prof. Iorio, tale scelta può rivelarsi negativa per due ordini di motivi: il primo, perché un "siffatto importante adempimento istituzionale è stato deciso legislativamente, con l’ultimo decreto attuativo del federalismo fiscale (d.lgs. 149/11) e  l’annunciata deroga è apparsa quantomeno sproporzionata, anche sul piano della gerarchia delle fonti, dal momento che la sua inapplicabilità viene decisa in via meramente amministrativa"; il secondo, perché "la stessa Conferenza Stato-Città, al punto 3 dell’ordine del giorno trattato nella stessa seduta dell’1 marzo 2012, ha avuto modo di esprimere parere favorevole allo schema del decreto che formalizza i contenuti della suddetta relazione".

 



 A cura di : Dipartimento delle Finanze